“L’editing non è senso estetico, ma estetica del senso”  (L. B.)

 

provini

 

 

Costruire la scansione narrativa più efficace del proprio portfolio, di un servizio fotografico editoriale, di un progetto personale, di una mostra, di un fotolibro.
Un photo editing appropriato può potenziare l’esito di un progetto fotografico, così come la sua assenza può renderlo molto debole, anche se a partire dallo stesso nucleo di fotografie. Nel decidere quali foto selezionare, come presentarle e quale percorso seguire per ottenere il più potente impatto comunicativo, estetico ed emotivo, spesso siamo disorientati a causa dell’eccessivo coinvolgimento personale e della difficoltà di guardare le nostre foto dalla “giusta distanza”. Allora, forse, può rivelarsi utile l’esperienza di qualcuno che abbia un lungo percorso visivo alle spalle. Qualcuno che, avendo per molti anni praticato la professione di fotografo ma anche quella di photo editor, possa fare da “coscienza critica” nelle valutazioni che portano al giusto equilibrio del vostro progetto fotografico.

AREE DI CONSULENZA OFFERTE PER L’EDITING FOTOGRAFICO

  • Cura e consulenza per fotografi nella realizzazione ed editing dei loro progetti fotografici
  • Costruzione del portfolio professionale di fotografi
  • Photoediting per testate giornalistiche e case editrici
  • Autoproduzione del libro fotografico
  • Editing e curatela di mostre fotografiche
  • Corsi e workshop, di gruppo e individuali. Formazione editoriale
  • Lettura portfolio nel contesto di eventi fotografici
  • Organizzazione e valorizzazione di archivi fotografici
  • Ricerche iconografiche

Ho scritto questi due libri che trattano di Photo Editing. Uno rivolto al fotografo, l’altro alla professione di photo editor. Difficile pensare di poter “insegnare” una pratica come questa, l’intento è solo quello di dare una direzione e qualche dritta. Sono i primi e unici libri editi in Italia sull’argomento.

Parole

  • Il vero problema non è fare una foto sbagliata, ma fare un uso sbagliato della foto.
  • Il brivido corre non quando tu guardi una fotografia, ma quando lei guarda te.
  • L’editing di una narrazione fotografica è un viaggio dentro il suo senso: come ogni viaggio, presuppone un punto di partenza e uno d’arrivo.